Tecnico commerciale delle vendite

Corso finanziato dalla Regione Veneto e dal Fondo Sociale Europeo
DGR 661/2020

Figura professionale

Il Tecnico commerciale delle vendite interviene con autonomia, nel quadro di azione stabilito e delle specifiche assegnate, contribuendo al presidio del processo di distribuzione commerciale attraverso la partecipazione all’individuazione delle risorse, il monitoraggio e la valutazione del risultato, l’implementazione di procedure di miglioramento continuo, con assunzione di responsabilità relative alla sorveglianza di attività esecutive svolte da altri. La formazione tecnica nell’utilizzo di metodologie, strumenti e informazioni specializzate gli consente di svolgere attività relative agli ambiti della predisposizione e dell’organizzazione del punto vendita, con competenze relative alla realizzazione del piano di acquisti, all’amministrazione d’esercizio ed alla gestione dei rapporti con il cliente.

POSSIBILI SETTORI D'IMPIEGO

Gli sbocchi occupazionali del diplomato come Tecnico delle vendite riguardano molteplici aspetti relativi alle attività commerciali, come la gestione organizzativa del lavoro, la vendita, il rapporto con i clienti, l’organizzazione e il funzionamento del reparto/punto di vendita, il visual merchandising, il disegno di arredo d’interni, l’inserimento presso uffici vendita, acquisti, commerciali.

4° ANNO 490 ore di lezione e 500 ore di formazione in azienda/
apprendistato 1° livello
DOCUMENTI RICHIESTI PER L’ISCRIZIONE

Diploma di Licenza media – Foto formato tessera – Fotocopia documento d’identità – Codice fiscale

ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO/APPRENDISTATO PRIMO LIVELLO

500 saranno le ore svolte in alternanza scuola lavoro o con contratto di apprendistato presso l’azienda. I giorni di formazione in azienda saranno 2/3 alla settimana con costante supervisione del Tutor aziendale che, in stretta collaborazione con il tutor formativo, provvederà a stilare il percorso di studio dell’allievo definendo le competenze che dovranno essere acquisite.

Le attività sono gratuite e finanziate dalla Regione del Veneto e dal Fondo sociale Europeo