Loading...

Il senso del “Buongiorno salesiano”

Di che cosa si tratta? Questa bella tradizione salesiana, molto amata dai ragazzi, è nata proprio con don Bosco. Ispirato dal modo di fare di sua mamma Margherita, don Bosco tutte le sere dava ai ragazzi di Torino-Valdocco  la “Buonanotte”: offriva un commento a eventi accaduti nel corso della giornata, proponeva piste di riflessione, trasmetteva testimonianze di ragazzi e di famiglie che aveva incontrato e che li incoraggiavano fortemente nel portare avanti iniziative educative di varia molteplicità. Non era una lezione, ma un momento di 4-5 minuti per finire insieme la giornata. Questa tradizione è rimasta negli anni cambiando forma a seconda delle attività (ad esempio nelle scuole è diventato un “Buongiorno”) e viene portato avanti a tutte le latitudini: chi scrive lo ha visto e ascoltato in Romania, Ungheria e Madagascar!

È per noi questo il modo per mantenere quel clima familiare che identifica la nostra scuola, la nostra casa!

Prepararsi a dare il “buongiorno” ha lo scopo di suscitare negli studenti il desiderio di “mettersi in movimento”, a partire da qualcosa che sia accessibile a loro, ma che li porti lontano. Per l’insegnate è un impegno e un esercizio spirituale a partire dalle proprie radici perché anche gli allievi recuperino le loro e siano spinti ad osare, senza pretendere mai di appropriarsi dei risultati.

Supportarci condividendo il post!

Le ultime news dal CIOFS/PD Padova

Aprile 2022

Settembre 2022

2022-10-14T15:21:43+02:00
Torna in cima